NOTIZIE‎ > ‎

Msange, notizie dal piccolo ospedale

posted Jul 24, 2013, 5:46 AM by Abcs Verona   [ updated Jul 24, 2013, 5:48 AM ]
E' rientrato due settimane fa dalla Tanzania il dott. Donadelli, che ormai da molti anni si reca presso il centro sanitario di Msange in Tanzania per missioni mediche e per far conoscere la realtà missionaria a giovani infermieri e studenti o specializzandi di medicina.
In questo viaggio era accompagnato da Lucia e Francesco, coniugi di Caorle che hanno collaborato per la posa del pavimento in linoleum in alcuni ambienti, in modo da renderli facilmente lavabili e sterilizzabili, e Giovanna, studentessa di Farmacia che per la sua tesi ha condotto una indagine sull'uso dei nuovi kit immunoenzimatici di diagnostica della malaria.

Come sempre quando le giornate in missione sono animate da passione e amore per tutte le persone che si incontrano, anche questo mese di servizio è passato in fretta e è stato costellato di episodi tristi e felici.

Tra questi ultimi, la storia di Venance, eccola direttamente dal diario di viaggio del dott. Donadelli:

Venance è un bambino di sette anni come la mia nipotina Anna.

A fine febbraio era venuto nell’ambulatorio di Msange con la sua nonna perché stava molto male: aveva una grave malaria come molti bambini in Tanzania.

Lui però, a differenza degli altri, camminava con le stampelle: aveva perso una gambina perchè, andando col nonno a far legna nel bosco , gli era caduto in grosso albero e da allora camminava così.

Pochi giorni dopo sono andato a Ifakara, una città dove c'è un grande ospedale dedicato a san Francesco e ho visto che c'era anche un'officina ortopedica dove fanno anche gambine artificiali. 

A giugno sono tornato all’ospedaletto in Tanzania e ho rivisto Venance.

Con i padri Stimmatini ho organizzato il suo viaggio a Ifakara.

Ieri è tornato e mi è venuto incontro sorridente, felice: lunedì andrà a scuola, all'Amani school, camminando con le sue gambine.

Il giorno in cui è andato in ospedale era il compleanno di Anna ,la mia nipotina il suo regalo è stata una gambina nuova per un suo coetaneo che ora  sorride a tutti noi dalla sua capanna al bivio tra Mswero e Msange nella savana della valle dello  Yovi.


(nella foto: Venance con Giovanni Donadelli dopo l'intervento)